< Terug naar vorige pagina

Publicatie

Festòs : il Quartiere sud-ovest del Primo Palazzo : contesti e ritrovamenti del Medio Minoico IIB dal settore meridionale

Boek - Boek

Il Primo Palazzo di Festòs (Creta centro-meridionale) fu solo parzialmente individuato sotto le rovine del Secondo Palazzo durante la prima stagione di scavi agli inizi del 1900, mentre il nucleo più rilevante, ossia il Quartiere sud-ovest, fu scavato tra il 1951 e il 1957 dall’équipe di Doro Levi, allora Direttore della Scuola Archeologica Italiana di Atene. Il Quartiere sud-ovest, realizzato su tre piani, è la struttura palaziale protopalaziale (Medio Minoico IB - Medio Minoico IIB) meglio preservata non solo del sito ma di tutti i Palazzi minoici. L’archeologo triestino elaborò una cronologia corrispondente a tre Fasi architettoniche e ceramiche, non accettata da tutti, basata sull’interpretazione dei tre livelli del Quartiere come i resti di tre diversi Palazzi succedutesi nel tempo e non come di tre piani di un’unica struttura. A partire dal 1994, indagini stratigrafiche e analisi ceramiche condotte da Vincenzo La Rosa e Filippo Maria Carinci in aree nevralgiche del Palazzo, tra cui il settore meridionale del Quartiere sud-ovest, hanno permesso di chiarire la cronologia della vita del Primo Palazzo e di proporre una nuova sequenza di fasi architettoniche, indipendente da quella di Levi. I due archeologi denominarono ‘Fase dei Sacelli’ l’ultima fase di vita del Primo Palazzo, prima del suo collasso a causa di un episodio sismico, durante la quale il Quartiere sud-ovest era in uso. La presente pubblicazione rientra in questo programma di revisione degli scavi Levi ed è nello specifico dedicata al riesame dei contesti e i rinvenimenti del MM IIB del settore meridionale del Quartiere sud-ovest (vani LVIIIa-e, LIX, LX, LXIV, LXI, LXIII, LXV). Parte dello studio sul settore meridionale è stato condotto per la tesi di specializzazione presso la Scuola Archeologica Italiana di Atene (2016-2017), mentre i depositi ceramici sono stati analizzati durante il periodo del Dottorato presso l’Università Ca’ Foscari (2018-2021). La ricerca ha inoltre beneficiato di un periodo di studio presso l’Università di Ghent, durante il quale sono stati esaminati i sincronismi ceramici tra la ceramica festia MM IIB e MM IIB finale e quella coeva cretese (BOF: Regional and community funding: Special research Fund) (2023). L’analisi della documentazione di scavo ha permesso di delineare la successione dei livelli individuati dagli scavatori, che costituisce la base per la ricostruzione delle fasi di vita del settore durante il MM IIB. Inoltre, lo studio ceramico ha reso possibile la ridefinizione della cronologia relativa minoica di Festòs, attraverso il riconoscimento di una nuova sotto-fase ceramica, il MM IIB finale. La ceramica MM IIB finale, associata ai depositi dell’ultima fase di vita del settore meridionale, è qui illustrata in 110 esemplari e comparata a quella di altri depositi cretesi coevi. La definizione di questa nuova fase fornisce uno strumento di confronto per i depositi di un periodo significativo a Creta, quello della distruzione dei Primi Palazzi.
Jaar van publicatie:2025
Toegankelijkheid:Closed